Fondo Workers Buyout

Fondo Workers Buyout

La quarta finestra temporale di presentazione delle istanze è dalla 9:00 del 11 settembre alle 12:00 del 11 ottobre 2019
Descrizione Prodotto

Il presente Avviso, intende consentire ai dipendenti (dirigenti e/o impiegati e/o operai) e ai disoccupati (anche se in uno stato di mobilità) di un’impresa versante in situazione di difficoltà ovvero di rischio di interruzione dell’attività, la possibilità di assumere direttamente, in forma cooperativistica, la conduzione dell’impresa medesima o di suo ramo di produzione, mediante l’erogazione di prestiti agevolati a valere sul Fondo WBO.

Finalità delle richieste

Sono ammissibili alle agevolazioni, fatti salvi i divieti e le limitazioni stabiliti dal Regolamento de minimis n. 1407/2013, le iniziative che prevedono programmi di investimento da realizzare nel territorio della regione Campania con spese non superiori a euro 300.000,00 (trecentomilaeuro/00). Le agevolazioni di cui al presente Avviso sono concesse ai sensi e nei limiti del Regolamento de minimis n. 1407/2013 e assumono la forma di un finanziamento agevolato per gli investimenti, a tasso pari a zero, della durata massima di cinque anni e di importo non superiore al 75% (settantacinquepercento) della spesa ammissibile.

Sono ammissibili alle agevolazioni le spese sostenute dall’impresa a decorrere dalla data di presentazione della domanda ovvero dalla data di costituzione della società nel caso in cui la domanda sia presentata da persone fisiche ai sensi art. 7, comma 1 lettera b). Sono ammissibili nello specifico:
a. Acquisto di azienda o di ramo d’azienda limitatamente ai soli asset materiali ed immateriali; b. Macchinari ed attrezzature funzionali all’attività da eseguire; c. Impianti finalizzati al risparmio energetico, alla sicurezza, all’abbattimento delle barriere architettoniche e qualunque altro impianto essenziale per svolgimento dell’attività d’impresa; d. Ristrutturazioni, purché strettamente necessarie per l’installazione degli impianti e dei macchinari di cui alla lettera a), b) e c); e. Mobili, arredi, attrezzature informatiche; f. Software, diritti di brevetto e altre privative industriali; g. Mezzi mobili; h. Spese per la costituzione della società; i. Spese per la registrazione di proprietà intellettuali; j. Spese per l’eventuale attestazione di piani redatti ai sensi dell’art. 67/b L.F. k. Spese per il fabbisogno di capitale circolante in misura non superiore al 20% del totale.

Settori ammissibili

Il presente avviso si applica alle imprese di qualsiasi settore di seguito elencato (ad eccezione di quelli esclusi dal regolamento Comunitario 1407/2013):  a) produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;  b) fornitura di servizi: (i) alle imprese; (ii) alle persone.  c) commercio di beni e servizi;  d) turismo;  e) settori, di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditorialità regionale quali: (i) attività turistico-culturali, intese come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;  (ii) l’innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.

Modalità e termini per la presentazione delle istanze

Il presente Avviso prevede la valutazione a sportello, non verranno pertanto stilate graduatorie, le domande vengono esaminate in base all’ordine cronologico di presentazione. Per richiedere le agevolazioni è necessario:

1. registrarsi ai servizi online di https://www.confeserfidi-services.com/api_confeserfidi/fondo-workersbuyout/  indicando un indirizzo di posta elettronica certificata;

2.  una volta registrati accedere al sito riservato per compilare direttamente online la domanda, caricare il modulo di domanda e la documentazione da allegare;