Confeserfidi avanza sul territorio nazionale e si rafforza grazie alle opportunità create per le imprese e le banche partner. Ottimo il bilancio 2020 con 1,3 milioni di utili, previsto un incremento di aziende assistite nel 2021

Confeserfidi avanza sul territorio nazionale e si rafforza grazie alle opportunità create per le imprese e le banche partner. Ottimo il bilancio 2020 con 1,3 milioni di utili, previsto un incremento di aziende assistite nel 2021

Oltre un miliardo di finanziamenti garantiti nella sua storia per le 10 mila imprese socie, patrimonio di 23 milioni ed un core tier 1 del 26% pongono questa realtà siciliana agli apici tra le società vigilate da Banca d’Italia iscritte all’albo unico ex art. 106 a livello nazionale.

Il punto di forza è l’innovazione, sapendo interpretare le esigenze del mercato e delle imprese in largo anticipo.

Ne è un esempio la realizzazione in tempi record della piattaforma www.Italiabonus.it, un mercato digitale dove le aziende possono cedere i bonus fiscali per monetizzarli in tempi rapidissimi.

“Abbiamo già superato i 10 milioni di euro di transazioni” – commenta il dott. Salvo Labruna, responsabile della divisione bonus e crediti d’imposta – “registrando la massima soddisfazione delle imprese e degli investitori. Con pochi click ed in brevissimo tempo ogni credito d’imposta o bonus diventa liquidità come previsto dalla normativa. Sicuramente tratteremo, da qui a fine anno, non meno di 100 milioni di euro di bonus edilizi”.

E intanto, pochi giorni fa, è stato approvato il bilancio 2020 registrando anche quest’anno una eccellente performance di ConfeserFidi confermando, commenta il Presidente dott. Roberto Giannone “l’elevata capacità di sostegno alle imprese anche durante il periodo segnato dall’emergenza Covid-19. Abbiamo crediti in essere per oltre 230 milioni di euro ed una compagine sociale di 10.658 imprese associate (+10% rispetto all’anno precedente) il che ci pone ai vertici di settore; stiamo rafforzando il nostro posizionamento competitivo anche nel Centro Nord Italia. Quest’anno, ad esempio, abbiamo concluso l’incorporazione dello storico Confidi Fiorentino Confictur”.

L’AD Confeserfidi – Dott. Bartolo Mililli

Fiero dei propri 85 dipendenti, il dott. Bartolo Mililli, fondatore e sin dalla costituzione Presidente prima ed Amministratore delegato poi: “la forza di ConfeserFidi sono i nostri collaboratori, professionisti seri e costantemente impegnati per gli obiettivi aziendali, e voglio anche qui ricordare gli agenti in attività finanziaria, le società di mediazione creditizia, associazioni di categoria e confidi minori che collaborano attivamente con noi. Obiettivo 2021, almeno il 90% dei componenti della rete distributiva raggiungerà gli obiettivi assegnati”.

Nessun impatto organizzativo negativo a causa della pandemia, come spiega il dott. Piero Giarratana, responsabile Organizzazione ed It “abbiamo dematerializzato da qualche anno tutti i processi e con la pandemia abbiamo offerto in remoto alle aziende ed alle banche tutti i nostri servizi, senza alcun problema, in qualunque parte d’Italia; tutti in nostri collaboratori hanno lavorato in smart working da casa con la massima efficienza ed efficacia”.

Il dott. Andrea Spata, responsabile della divisione BPO, spiega come sta progressivamente crescendo Confeserfidi nei servizi in outsorcing per banche ed istituzioni finanziarie: “abbiamo lavorato oltre 4 mila pratiche per due realtà importantissime a livello nazionale, che hanno già confermato la collaborazione anche per il 2021, sicuramente avremo grandi soddisfazioni ed il BPO Confeserfidi è già una realtà per dare lavoro a nuovi giovani laureati”.

“Siamo inseriti nel fintech a pieno titolo”, commenta la dott.sa Rita Capitelli responsabile della divisione sviluppo nonché amministratore unico di FX12 (Finanza per il mezzogiorno) società partecipata da Confeserfidi e da Cassa depositi e prestiti “stiamo velocizzando dei pagamenti per le filiere tramite servizi di invoice trading o dynamic discount”.

La Responsabile dell’Amministrazione e finanza di ConfeserFidi, la dott.ssa Angela Amato, esaminando l’utile di esercizio 2020, pari a 1.305.736 Euro, evidenzia come ad esso “abbiano positivamente contribuito tutte le aree commerciali del confidi, ma anche dell’area finanza che grazie un’accurata gestione patrimoniale ed un costante monitoraggio del portafoglio, anche quest’anno ci ha dato grandi soddisfazioni, e per il 2021 stiamo crescendo ancora”.

“La finanza agevolata, cioè finanziamenti a tasso prossimi allo zero ed i contributi a fondo perduto” spiega il dott. Dario Sirugo responsabile della divisione finanza agevolata, “è già partita molto bene anche quest’anno, abbiamo tanti bandi vinti in varie regioni d’Italia e riusciamo a dare risposte a qualunque impresa per l’assistenza ai propri programmi di investimento; siamo l’unico confidi 106 in Italia, ad esempio, ad essere abilitato per la Sabatini. Nel 2021 partiranno agevolazioni gestite da noi in diverse regioni d’Italia, in particolare in Campania dove abbiamo diverse opportunità per le imprese”

Il dott. Luca Gennaro, responsabile della divisione Soci “abbiamo concesso un migliaio di moratorie e piani di sospensioni, quest’anno aiuteremo le imprese a riprendere progressivamente il pagamento delle scadenze bancarie. Ai nostri soci vogliamo assicurare la massima serenità finanziaria”.

L’intero Consiglio di Amministrazione ha espresso grande soddisfazione per l’ulteriore rafforzamento della solidità economica e patrimoniale, che con oltre 54 Milioni di attivo patrimoniale, un patrimonio netto notevolmente incrementato pari a circa 23 Milioni di Euro, un Total Capita Ratio superiore al 26%, fa di ConfeserFidi un partner privilegiato per banche ed imprese.  “Il 2021, finalmente, vedrà un rifiorire delle iniziative imprenditoriali, e noi ci saremo come sempre, il nostro obiettivo strategico è creare opportunità per le imprese, per farle rafforzare, risparmiare e rendere serene finanziariamente”, conclude Bartolo Mililli, “ConfeserFidi sta giocando un ruolo strategico per lo sviluppo economico e sociale dei territori in cui opera, aiutando migliaia di imprese a fronteggiare l’emergenza pandemica sia attraverso l’ottenimento dei finanziamenti, sia attraverso l’accesso alle misure agevolative e l’ottenimento dei contributi pubblici erogati in varie Regioni in Italia, sia rafforzando le partnership con le Banche che intendono riservare ai soci del Confidi condizioni privilegiate”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Altri Articoli