Confeserfidi in Prima Linea contro la violenza di Genere

Confeserfidi in Prima Linea contro la violenza di Genere

11 minuti di lettura

Condividi:

In previsione della Giornata Mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra oggi 25 novembre, la sede centrale di Confeserfidi è stata palcoscenico di un incontro di sensibilizzazione sul tema. L’ evento è stato realizzato in collaborazione con la Casa delle Donne di Scicli e ha visto la partecipazione attiva di una rappresentanza della tenenza dei Carabinieri di Scicli, coinvolgendo tutte le risorse del confidi.

La Dott.ssa Carmela Asta, portavoce di Confeserfidi, in una breve introduzione, ha relazionato in merito all’adesione di Confeserfidi al Protocollo d’intesa, sottoscritto dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e dal Ministero per la Famiglia, la Natalità e le Pari Opportunità; protocollo che mira alla prevenzione e al contrasto della violenza contro le donne e della violenza domestica. La Dott.ssa Carmela Asta ha illustrato l’impegno concreto di Confeserfidi nella lotta contro la violenza di genere, delineando le ragioni della partecipazione attiva dell’Intermediario nell’attività di sensibilizzazione, in un momento cruciale in cui i fatti di cronaca inducono a fare delle riflessioni su come intervenire per evitare il ripetersi di eventi di violenza. “Con il 58% di presenza femminile in Confeserfidi”, ha dichiarato la Dott.ssa Asta “non intendiamo rimanere in silenzio di fronte a un problema così rilevante e urgente; la nostra missione è fondata sull’azione, e oggi l’abbiamo voluta concretizzare sposando, con convinzione, questa iniziativa che ci vede attivi con questo evento rivolto a tutti i colleghi di Confeserfidi per far conoscere una realtà – Casa delle donne – che lavora, nel continuo, e che è a disposizione della comunità.”

Durante l’incontro, la Presidentessa della Casa delle Donne, Melania Carrubba, ha relazionato in merito alla storia e al ruolo dell’associazione sul territorio, illustrando le diverse attività con le quali l’associazione e le volontarie agiscono e sono presenti, a supporto delle famiglie e dei soggetti fragili, focalizzando la sua esposizione sul ruolo determinante dell’associazione, finalizzato all’assistenza alle donne vittime di violenza.

La Dott.ssa Josephine Statello, consigliera della Casa delle Donne, ha relazionato in merito agli aspetti legali e alle procedure necessarie a gestire i casi di violenza, offrendo una panoramica sulle casistiche gestite dall’associazione, sottolineando la sempre necessaria e proficua sinergia con le istituzioni.

I militari dell’Arma dei Carabinieri, nelle persone del maresciallo Mattia Paolino e dall’Appuntato Paola Zara, nei loro interventi, hanno relazionato sulle attività dell’Arma nel territorio, delineando le possibili azioni che possono essere intraprese per il contrasto dei fenomeni di violenza domestica; hanno, altresì, fornito, ai presenti, indicazioni operative su come affrontare tali situazioni, sensibilizzando in merito alla collaborazione con le forze dell’ordine nella lotta contro la violenza di genere.

In ultimo, la vicepresidente di Casa delle Donne, Melisa Verdirame, nel suo intervento ha esposto la valenza dell’Iniziativa denominata ‘Posto Occupato’, con la quale spiega “Abbiamo simbolicamente occupato una poltrona con un drappo rosso per ricordare tutte le donne che hanno perso la vita vittime di violenza, che avrebbero potuto trovarsi qui con noi oggi”; la vicepresidente ha ringraziato Confeserfidi per avere aderito all’iniziativa riservando un ‘Posto Occupato’ nella sala del Consiglio di Amministrazione. La Vicepresidente ha concluso il suo intervento ringraziando il Consiglio di amministrazione, l’Amministratore Delegato Dott. Bartolo Mililli per l’accoglienza e la sensibilità dimostrata nei confronti di una tematica, che, purtroppo, è di estrema attualità.

Di sicuro un gesto potente per mantenere viva l’attenzione su una questione tanto urgente e importante, che evidenzia la necessità della costante e consapevole collaborazione tra privati, associazioni e istituzioni nella lotta contro la violenza di genere